Benvenuto in Casnigo Salute e Territorio
Studio preliminare rischio chimico a Casnigo: relazione Dott. Piazzalunga PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 15 Maggio 2011 10:05

L'amministrazione comunale, sensibilizzata dall'evidenza di un rischio ambientale sempre piu' marcato e dai crescenti timori della popolazione, ha deciso di incaricare un esperto professionista per valutare il rischio ambientale legato agli insediamenti chimici sul territorio comunale.

L'incarico è stato affidato al Dott. Piazzalunga con un atto amministrativo risalente all'inizio del 2010 (Determinazione numero 67 del 17.03.2010) è il cui contenuto integrale puo' essere scaricato da questo link: Determinazione numero 67 del 17.03.2010. Con questo atto, veniva affidato al Dott. Piazzalunga l'incarico per uno studio preliminare sul rischio chimico dovuto agli insediamenti industriali presenti sul territorio comunale con esplito riferimento a cinque aziende: 1. RADICIFIL SpA; 2. POLIPLAST SpA; 3. FRANA POLFIBRE SpA; 4. TEXIMA Srl e 5. FIBERFIL SpA.

Sebbene lo studio si sia focalizzato sulle molestie olfattive e non sul rischio chimico per la salute e limitandosi a solo quattro delle cinque realtà individuate dall'amministrazione (escludendo la FIBERFIL SpA) sono emersi dati alquanto allarmanti con emissioni che sono in alcuni casi molto spesso risultano fuori dai limiti prescritti dalla legge.

Citando la parte introduttiva all relazione si legge: « ...il territorio del Comune di Casnigo è sottoposto a forti pressioni ambientali, dovute da un lato all’elevata densità di aziende chimiche presenti e dall’altro all’orografia del territorio che non favorisce il ricambio d’aria. Ciò deve impegnare l’Amministrazione sia a un attento controllo che ad attuare quelle politiche che, in accordo con le aziende stesse, portino a migliorare i sistemi di abbattimento delle emissioni, non solo gassose, diminuendo così l’impatto delle attività produttive sull’ambiente.»

Inoltre questo quadro alquanto preoccupante si riferisce, come g'à evidenziato, solo alle molestie olfattive e non in generale al rischio generale per la salute e ai danni che l'uomo ricava dall'esposizione continuata a certe sostanze. E' esperinza comune che una molestia olfattiva seppur estremamente fastidiosa puo' essere del tutto innocua per l'uomo mentre alcune sostanze sono pericolosissime per la salute e assulutamente inodori (come ad esempio lo ione cianidrico che già nel passato è stato rilevato oltre la soglia consentita nel territorio comunale).

La relazione integrale puo' essere scaricata qui:  Relazione tecnica Piazzalunga 2010, chiuque avesse dei chiarimenti da chiedere o precisazioni da fare non esiti a contattarci ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )


Studio preliminare sulla valutazione del rischio legato alla presenza di aziende chimiche sul territorio del comune di Casnigo:
icon Relazione tecnica Piazzalunga 2010

Determinazione numero 67 del 17.03.2010 con cui il Consiglio Comunale di Casnigo incarica il Dr. Piazzalunga dell'Università di Milano per effettuare lo studio preliminare sul rischio chimico sul territorio comunale:
icon Determinazione numero 67 del 17.03.2010

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Maggio 2011 13:37
 
Effetti delle radiazioni dei cellulari sulla salute PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 03 Giugno 2010 10:25

Sono stati publicati nella sezione Documenti del sito alcuni report sugli effetti delle radiazioni dei cellulari sul corpo umano. In particolare è preoccupante quanto emerso da alcuni studi clinici su come i bambini sono fisilogicamente meno protetti dagli eventuali effetti dannosi delle radiazioni come si vede nella figura qui sotto.

 

icon Presentazione Comitato: Effeftti telefonini sulla salute.

icon Effetti radiazioni sul corpo umano: Report dell' Enviromental Research Group (IN INGLESE)

icon Effetti delle radiazioni sui bambini (IN INGLESE)

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Giugno 2010 10:36
 
Biocarburanti e fame nel mondo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 27 Gennaio 2010 22:06

Una ricercarca dell’Earth Policy Institute (www.earth-policy.org) utilizzando dati del dipartimento dell'agricoltura del governo degli Stati Uniti ha eveidenziato come un quarto della produzione dei cereali degli USA è stato utilizzato per produrre carburante per autoveicoli. Il 25% della produzione statunitense è una quantità enerme di cereali e precisamente sono 107 milioni di tonnellate: se invece di essere utilizzati per dare energia alle automobili, tutti questi cereali avrebbero potuto sfamare 330 milioni di persone.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Gennaio 2010 22:23
 
Comitato Salute e Territorio Casnigo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 18 Gennaio 2010 11:38

Si è costituito il Comitato Casnigo Salute e Territorio, per promuovere lo studio e la divulgazione di problematiche ambientali relative al nostro territorio. Per qualunque informazione non esitate a contattarci: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Sabato 30 Gennaio 2010 11:09
 
La pericolosità del teflon PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 24 Gennaio 2010 16:54

Il teflon è un materiale plastico molto utilizzato, noto alla maggior parte per il suo utilizzo come materiale che conferisce alle pentole proprietà antiaderenti.  Ma il Teflon si trova non solo nelle pentole ma anche nei tessuti da abbigliamento e da arredamento, oltre che come componente di farmaci, schiume antincendio, lubrificanti, adesivi, cosmetici, insetticidi, rivestimenti per tappeti e mobilio. Per produrre il teflon viene utilizzata una sostanza chimica: l’acido perfluoroctanico (PFOA). Con una decisione inattesa, salutata con entusiasmo dagli ambientalisti, l’Environmental Protection Agency (EPA) statunitense (l'agenzia del governo USA che si occupa di protezione ambientale) ha invitato DuPont e altre sette imprese a cessare l’utilizzo di questa sostanza chimica tossica nei loro processi industriali. Per il Teflon di per sè non è stata dimostarta la pericolosità, ma lo è il PFOA che si può liberare quando ad esempio si rovina il rivestimento delle pentole.

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Febbraio 2010 14:15
Leggi tutto...
 
« InizioPrec.123Succ.Fine »

Pagina 1 di 3